Stazioni meteo con anemometro: migliori prodotti di Ottobre 2020, prezzi, recensioni

I motivi che ci spingono ad acquistare una stazione meteo possono essere dei più disparati. C’è chi possiede già conoscenze avanzate sul clima e il suo andamento e necessita per esigenze lavorative di uno strumento professionale che fornisca informazioni più accurate sull’andamento climatico e chi invece per semplice passione vuole sapere quando pioverà e quando ci sarà il sole. In questo articolo analizzeremo in dettaglio tutto ciò che concerne le stazioni meteo.

E’ possibile che tu sia un appassionato di condizioni meteo e che per mancanza di informazioni giuste tu non ti sia mai applicato e che non abbia mai trovato il prodotto giusto alle tue esigenze. Se non hai mai preso in considerazione la possibilità di disporre di una stazione meteo, leggendo questo articolo avrai sicuramente tutte le carte in regola per effettuare una buona scelta. Oggi giorno le stazioni meteo sono realizzate in modo tale da poter fornire una molteplicità di funzioni ed informazioni che va ben oltre la misurazione della temperatura e della rilevazione del bel tempo o della pioggia. Si tratta di informazioni utilissime anche per coloro che lavorano e che hanno necessità di sapere in largo anticipo le condizioni climatiche, capire se si tratta di condizioni favorevoli all’organizzazione del lavoro o meno.

Funzioni, strumenti e variabili delle stazioni meteo

Rispetto alla ricezione delle informazioni tipo quelle che possiamo ricevere quotidianamente dalla televisione e dalle previsioni meteo, le funzioni e le variabili che ci vengono fornite dalle stazioni meteo direttamente sullo smartphone sono di gran lunga superiori, più affidabili e capaci di garantire una sicurezza maggiore. Inoltre le variabili che una stazione meteo può rilevare riguardano delle piccole complesse informazioni circoscritte esattamente nella propria zona e magari rilevate grazie a dei sensori molto più sensibili rispetto a qualsiasi altro satellite che invece fa delle previsioni generalizzate.

Ci sono fattori come la presenza della nebbia, della pioggia, del ghiaccio su strada e il tasso di umidità che risultano molto più importanti in certe situazioni specifiche rispetto alla conoscenza generalizzata di una possibile precipitazione. In base alle preferenze e alle necessità sceglieremo quindi il dispositivo che sarà in grado di fornirci informazioni specifiche riguardanti le variabili che più ci interessano. Per questo, è bene sapere che in commercio le stazioni meteo non sono tutte uguali: alcune forniscono informazioni sulla pioggia e sul tasso di umidità, altre invece riguardano più largamente anche la direzione del vento e la sua temperatura. Se importante e necessario, è possibile acquistare anche dispositivi in grado di connettersi con altri dispositivi tipo smartphone e tablet, per poter quindi ricevere da remoto le informazioni rilevate dalla stazione meteo collocata in casa o comunque in altro luogo (per esempio sul posto di lavoro).

Anemometro

Chi utilizza una stazione meteo per poter guidare le proprie attività all’aperto, con condizioni climatiche favorevoli, è fondamentale che utilizzi una stazione con anemometro, ossia un dispositivo o meglio, in questo caso un sensore, che rileva la direzione del vento e tutte le sue caratteristiche intrinseche come la velocità e la temperatura. Siamo amanti degli sport che si fanno in mare sfruttando l’azione delle onde, come ad esempio il wind surf. Ma ancora per le attività più semplici come portare fuori i bambini a giocare con gli aquiloni, potersi mettere in viaggio senza correre pericoli e scegliere la fascia oraria in cui ci sarà meno vento. Insomma, l’anemometro è veramente importantissimo per poterci affidare ad una scelta previdente e consapevole di ciò che stiamo per fare. Naturalmente l’anemometro non misura solo queste piccole caratteristiche del vento, ci sono altre piccole sfaccettature che sono incluse nella misurazione: queste sono la portata dell’aria, la direzione del vento, il punto di rugiada e la temperatura del vento.

A livello pratico, la portata d’aria è utile per coloro che lavorano con gli impianti di condizionamento e di climatizzazione poiché calcolando flussi di gas e di fluidi che confluiscono all’interno dei tubi di aerazione si può essere certi di una corretta areazione. Il punto di rugiada è invece un dato molto sensibile che permette di sapere il momento esatto in cui il vapore acqueo che si trova nell’aria inizia a condensarsi portando quindi alla formazione di nebbia oppure di rugiada.

Budget e utilizzo della stazione meteo

Dal momento in cui il prezzo varia in maniera significativa in base alle diverse tipologie di funzioni e di modelli, occorre prima di tutto sapersi indirizzare bene e scegliere il grado di professionalità di cui pensiamo di aver necessità. Si parte per lo più da un budget iniziale di 25-30 euro per i modelli più semplici, mentre per quelli più complessi si arriva ad oltre 150 euro. I modelli professionali invece vanno oltre i 450 euro. Tutto dipende da quali strumenti meteorologici andremo a scegliere. Per sapere con certezza quali strumenti scegliere come inclusi nel dispositivo, dobbiamo chiederci in che maniera utilizzare la propria stazione meteo. Se lo scopo è quello di monitorare il tempo e le condizioni climatiche esclusivamente per una comodità interna alla casa e alla gestione del tempo libero, possiamo anche optare per un dispositivo poco complesso dell’ordine economico di 50-70 euro al massimo.

In caso di sport e di allenamenti cadenzati e importanti all’aperto oppure di lavoro ed esigenze più complesse, è meglio optare per una stazione ad utilizzo professionale o almeno semi professionale, che seppure vi richiede un investimento maggiore vi dà anche la sicurezza di un risultato super affidabile e precisissimo.

Connettività con cellulare e altri dispositivi

La connettività è un aspetto super apprezzato dagli amanti della tecnologia e da coloro che amano tenersi sempre aggiornati, anche sulle variazioni climatiche. La connettività del dispositivo in questione consente di avere sempre a portata di mano le informazioni utili anche se siamo lontani dalla stazione meteo. Grazie ad un cavetto USB o addirittura al Wi-FI possiamo trasmette tutti i dati archiviati e rilevati in precedenza. Rispetto alla connettività tramite cavo USB, quella wireless è oggi giorno nettamente più apprezzata poiché offre il vantaggio e la possibilità di trasferire tutto online e a distanza in tempo reale. Ciò che serve è semplicemente una connessione internet di buon livello ed un ottimo segnale.

Stazione tascabile o professionale?

Possiamo poi distinguere fra le stazioni meteo portatili più semplici e quelle professionali per gli appassionati. Le stazioni portatili difficilmente saranno professionali. Si tratta infatti di modelli tascabili che consentono di registrare dati e di consultarli ovunque andiamo portando con noi il dispositivo. Servono principalmente a coloro che per lavoro hanno questa necessità e spostandosi spesso vogliono avere sempre sotto mano la condizione climatica del luogo dove si stanno recando. L’unico consiglio che sentiamo di darvi se optate per questo genere di stazione meteo è quello di utilizzare le batterie e di portarvene qualcuna di riserva. Sappiate comunque che i dispositivi portatili includono al massimo le variabili di base e più raramente avranno un anemometro; che se incluso non rileverà altro che la direzione e la velocità del vento nel migliore dei casi.

Se invece volete acquistare un prodotto più completo, che includa un anemometro di ordine e qualità maggiori, vi consigliamo di acquistare una stazione meteo professionale o semi professionale che offrono l’opportunità di dedicarsi alle variazioni in maniera più dettagliata. Il costo di questi dispositivi è nettamente maggiore rispetto ai prima, ma naturalmente se ne ricava in precisione e affidabilità oltre che in una più vasta gamma di informazioni.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliore Stazione Meteo